Dieta priva di istamina

La dieta priva di istamina occupa il primo posto nella terapia. Ciò significa spesso una drastica alterazione delle precedenti abitudini alimentari e una rinuncia a molte delizie del palato. 

Nella dieta priva di istamina si rinuncia agli alimenti che contengono istamina. Occorre però tener conto del fatto che non basta non mangiare pomodori freschi. Bisogna prestare molta più attenzione a prodotti misti che contengono pomodori, come ad esempio il ketchup e la pizza. Ciò può significare dover rinunciare a diversi dei nostri piatti preferiti. Inoltre, nonostante la mirata selezione degli elementi nutritivi, si possono trovare nelle pietanze tracce di istamina. Generalmente sono soprattutto i prodotti freschi quelli più adatti a una dieta priva di istamina. 

Si consigliano i seguenti alimenti per una dieta povera di istamina (secondo Lämmel 2006):

  • Acqua, caffè e tè
  • Patate, riso e pasta
  • Cereali
  • Latticini freschi come latticello, yogurt, ricotta e formaggio fresco
  • Tipi di verdure come lattuga, cavolfiore, broccoli, cicoria di Bruxelles, songino, cetrioli, carote, aglio, zucca, bietola, peperoni, funghi, ravanelli, rabarbaro, asparagi, zucchine, cipolle
  • Tipi di frutta come mele, pesche noci, pesche, prugne, ciliegie, meloni, uva spina, mirtilli, limoni
  • Crauti e spezie
  • Olio vegetale, essenza d'aceto
  • Carne, pollame, pesce e salumi solo freschi o surgelati
  • Uova fresche