Alimenti che contengono istamina

1. Alimenti ricchi di istamina

Gli alimenti freschi o non lavorati contengono in genere una minima dose di istamina. Il suo contenuto aumenta però significativamente tramite processi microbiologici, come maturazione, fermentazione, stagionatura e una prolungata conservazione. 

Fondamentalmente si può affermare: più a lungo un alimento viene tenuto a magazzino o sottoposto a stagionatura, maggiore è il suo contenuto di istamina. 

Fanno parte degli alimenti ad alto tenore di istamina: 

  • Bibite alcoliche, in particolare vino rosso e spumante
  • Formaggio, fonduta di formaggio
  • Salumi crudi, come salame o speck
  • Frutti di mare, pesce e salse di pesce
  • Crauti
  • Determinati tipi di verdure, quali pomodori, spinaci e melanzane

2. Istamino-liberatori

Sono definiti istamino-liberatori quegli alimenti che contengono in sé poca istamina, ma che possono favorire la liberazione di istamina nell'intestino oppure bloccare l'enzima diaminossidasi (DAO) che degrada l'istamina. Fanno parte degli alimenti istamino-liberatori, fra gli altri:

  • Cioccolato
  • Cacao
  • Determinati tipi di frutta, quali fragole, agrumi, ananas, kiwi
  • Funghi
  • Noci

Esiste inoltre una serie di sostanze chimiche (ad es. alcol, determinati componenti di medicinali), che riducono drasticamente l'effetto dell'enzima contenuto nell'organismo.

L'istamina che proviene dall'esterno viene assunta per lo più tramite alimenti che la contengono.